Home » Soavi Feticismi (Damster - Eroxè, dove leros si fa parola) by Artemide B.
Soavi Feticismi (Damster - Eroxè, dove leros si fa parola) Artemide B.

Soavi Feticismi (Damster - Eroxè, dove leros si fa parola)

Artemide B.

Published February 10th 2013
ISBN :
140 pages
Enter the sum

 About the Book 

Soavi feticismi è un viaggio attraverso un Nord Europa onirico, che abita solo nella mente dellautrice.Soavi feticismi è un intreccio di passioni furibonde e di fantasie sofisticate, ove sintersecano personalità dominanti ed istinti indomabili.... MoreSoavi feticismi è un viaggio attraverso un Nord Europa onirico, che abita solo nella mente dellautrice.Soavi feticismi è un intreccio di passioni furibonde e di fantasie sofisticate, ove sintersecano personalità dominanti ed istinti indomabili.Soavi feticismi ha la maestosità duna vampira millenaria, la raffinatezza dun guanto di raso e lodore dun corpo allapogeo della sua voluttà.Soavi feticismi ha un tocco femminile, sensuoso e battagliero.da La Calciatrice– All’inferno il mio capolavoro verrà cantato... prima però fammi venire, fammi... detonare.Non feci in tempo a sillabare interamente quest’ultima parola, che Berit già aveva intensificato il movimento delle dita. I suoi polpastrelli mi donavano immenso gaudio quando titillavano le pareti laterali dei miei orifizi, prima che qualche altro millimetro dei miei vestiboli carnali venisse conquistato dai suoi affondi.da Le libertine di OsloQuattro uomini ci accerchiarono, pensando d’avere finalmente trovato le feline accalorate che avrebbero compiaciuto i loro più biechi istinti. Mentre Pernille continuava a sollazzarsi col mio inguine ed il mio ombelico, io li respinsi ad uno ad uno. Non potei sfuggire solo ad un morso galeotto impresso sulla cervice. Pernille allora s’alzò, sorrise ai quattro uomini ed affermò solennemente: – Voi non servite! Lei ha già tutto!Artemide B., emiliana in procinto davviarsi verso il mezzo del cammin della sua vita, originaria di quella bassa modenese laboriosa, pragmatica e sopraffatta dalle viscere della terra, scampata per puro caso al terremoto del 29 maggio 2012, reduce da anni di battaglie campali contro la burocrazia italiana per la propria identità, amante della notte e cultrice dellepica vampirica, ammiratrice sconfinata delle sinuosità muliebri.Parla inglese, francese, spagnolo e portoghese, adora i gatti ed è tifosissima del Rayo Vallecano.